Blog

PLAYOFF TIME

By ,   No tags

 

I playoff sono tutta un’altra cosa rispetto alla regular season!

Se vinci vai avanti, se perdi vai a casa. È la dura legge dei playoff: dentro o fuori… Ed è proprio questo il bello, che rende le partite più emozionanti per chi sta in campo e molto più combattute ed avvincenti per chi guarda da fuori.

Sono alcune stagioni che non li gioco, a causa di questa formula orribile della A2 che spero presto venga cambiata, e mi mancano da morire!

Ah come mi piace quella lieve sensazione di paura prima di una partita di playoff, quel formicolio dietro alla testa perché sai che non puoi sbagliare. Non puoi permetterti di essere distratto, molle, superficiale, perché non si tratta di due punti che poi si possono recuperare. Si tratta della stagione intera, di vita o di morte. Sembra esagerato, ma quando entri in campo è proprio così: ogni partita dei playoff per noi giocatori è una finale, “la” partita della vita!

La consapevolezza di non poter sbagliare a me ha sempre dato una carica enorme, quelle farfalle nello stomaco appena l’arbitro alza la palla a due svaniscono di colpo e la paura si trasforma in energia, in determinazione, in coscienza dei miei mezzi e fiducia nelle compagne. Non senti più niente, né i cori dei tifosi né la stanchezza, c’è solo il qui e ora, e la voglia di vincere!

Solo nei playoff si esulta per un canestro nel primo quarto come fosse quello della vittoria. Solo nei playoff non vince sempre il più forte. Solo nei playoff le partite brutte sono comunque belle. Solo nei playoff piangi quando perdi.

Il basket è bello perché ci sono i playoff, il calcio questo non l’ha capito. Ma come può affascinare così tanto uno sport in cui a mesi dalla fine del campionato si sa già chi sarà il vincitore? Il bello dei playoff è che fino all’ultima partita, fino all’ultimo tiro, fino all’ultimo secondo, non sai chi vincerà. Tutto può succedere!

I playoff sono divertimento allo stato puro!