Blog

GAME OVER?

By ,   No tags

Schio ha vinto (ancora) lo Scudetto!

Torino e Geas sono salite in A1, noi del Sanga ci siamo salvate tranquillamente e rimaniamo in A2.

La stagione è ufficialmente finita, anche se ancora nelle minors stanno giocando e seguo con interesse alcune squadre “amiche” come Varese e Usmate che rischiano (spero) di salire di categoria!

Le promozioni di Torino e Geas mi fanno piacere, le trovo giuste (anche se ovviamente sarei stata più felice se fossimo state noi a salire!). Torino era con noi in serie B, 7 stagioni fa. Ha lavorato bene mettendo un mattoncino dopo l’altro e ha costruito uno squadrone che ha veramente dominato la stagione. Il 2 a 0 con cui ha regolato Ariano Irpino non lascia dubbi sul fatto che si siano meritate sul campo questa promozione, sfiorata lo scorso anno. L’amica, ex compagna Iris Ferazzoli, coach di Ariano, mi perdonerà, ma sorrido anche per il fatto che sono state 2 squadre del Nord ad essere promosse, quando negli ultimi anni ho spesso sentito dire che il girone Sud è più forte e più tosto. Avere una città importante come Torino in A1 sarà una bella sfida e farà sicuramente bene al nostro movimento, visto che storicamente il femminile è uno sport di “provincia”. Sono curiosa di vedere come reagiranno i Torinesi a questa novità, e se salisse anche il maschile….

Per quanto riguarda il Geas io sono di parte! Vuoi perché ci ho giocato, vuoi perché lì sono nate le mie più belle amicizie, vuoi perché entrare in palestra mi ricorda sempre il grande Nat (sono già passati 7 anni, sembra incredibile!), vuoi perché Cinzia Zanotti mi è troppo simpatica, questa promozione mi fa proprio piacere… Anche se forse da cugina/avversaria avrei dovuto tifare contro! Anche se le pallavoliste per quel famoso articolo mi hanno accusata di essere un’ ”antisportiva”, in verità non lo sono proprio, e in questo caso non posso che essere felice per la promozione delle rivali Geassine: se la sono meritata! Giovani e talentuose, con un grande carattere, una leader esperta come Arturi, una “bestia” dentro al pitturato (Laterza) e un’allenatrice molto brava. La prossima stagione finalmente ci sarà una donna seduta su una panchina in A1, solo per questo il Geas meritava di salire! Ed anche perhè non avere più una squadra in A1 in tutta la Lombardia era veramente un pò triste.

Noi del Sanga abbiamo purtroppo finito con una serie di partite bruttine e noiose da vedere, perché con questa formula del cavolo da un certo punto in poi il risultato praticamente non contava più. Queste partite però sono servite, complici anche gli infortuni miei e di Maffenini, a dare spazio ad alcune giocatrici che prima giocavano poco. E hanno fatto bene: soprattutto Colli e Ruisi, che ora però devono dimostrare che sanno stare in campo e possono essere decisive anche nelle partite vere, che contano!

Io? Boh… Passo le giornate a montare il documentario, che è praticamente finito, fatto interamente con le nostre forze ed il nostro entusiasmo, visto che incredibilmente alle istituzioni non interessa e nessuno ci ha dato una mano (Lega Basket Femminile e GIBA a parte). Mi annoio e sono ingrassata: non so stare ferma e questo strappo al polpaccio ha scombussolato la mia vita, non ne posso più. Avrei davvero molta voglia di mettermi le scarpe, correre, entrare in campo e giocare, ma… Per ora posso permettermi solo la bicicletta e qualche piccola “andatura”. Continuare o smettere: ci penserò quando sarò guarita!

Game over? No, tra un mesetto cominciano gl Europei femminili… E in palio ci sono le Olimpiadi!